lunedì 13 ottobre 2008

D.O.D.

D.O.D. acronimo del Drugs Off Day, una giornata intensa passata a San Patrignano con 3 scolaresche di Verona. Partenza ore 6:30 con destinazione Coriano di Rimini, nebbia dopo Mantova e quasi lasciavamo in autogrill della gente (tra l'altro adulti...fossero stati degli studenti potevo anche capire il ritardo...ma loro no! diciamo che alle 9:15 ero sull'incazzato andante).
Arriviamo a San Patrignano (posto davvero bello, immerso nel verde) e veniamo affidati a Luigi, responsabile del settore edilizia della comunità, e a 3 ragazzi che stanno seguendo il percorso di recupero. Devo solo ringraziarli per la pazienza dimostrata, per l'impegno dimostrato e la passione che mettono in quello che fanno.
Da un anno e mezzo in comunità è vietato fumare...questa è una regola che devono seguire anche i visitatori, volenti o nolenti. Ebbene, i ragazzi che erano con me sono stati bravissimi, almeno fino alle 14:30, cioè dopo pranzo, non hanno fumato. Logico che si siano lamentati, ma hanno rispettato le regole.

Abbiamo visto in azione i ragazzi di Miloud Oukili e Parada Italia: nel 1992 il clown francese Miloud Oukili incontrò i ragazzi di strada di Bucarest nei canali sotterranei della città, dove si rifugiavano la notte per sfuggire al freddo e alla pioggia. La Fondazione Parada, da lui creata, offre loro assistenza medica, sostegno psicologico e un tetto. La campagna ‘Un naso rosso contro l’indifferenza’ è realizzata da una compagnia di clown e giocolieri, formata da circa 60 ex ragazzi di strada, e partecipa a tournée organizzate in diversi Paesi europei.
Abbiamo ascoltato il ministro Gelmini (ha risposto con cortesia e sincerità alle domande degli studenti, anche a quelle più polemiche), conosciuto Moccia (non è ci tenessi così tanto...e qualche ragazzo ha espresso delle perplessità sul fatto che sia davvero lui a scrivere i suoi libri..), c'era pure Severgnini (lui sì che merita! un giornalista intelligente e molto simpatico), fatto delle foto con l'attrice Quattrociocche (che è una bella gnocca!) e con il suo collega Apolloni...
E chi sono questi due?
E che ne so io! Non li avevo mai visti nè sentiti.
I gggiovani al mio seguito mi hanno informato che hanno fatto il film "Scusa ma ti chiamo amore" (che non vedrò mai!), devo dire che sono affabili e cortesi, giravano liberamente senza atteggiarsi da VIP, senza scorte varie e si lasciavano fotografare e avvicinare per autografi e quant'altro.
Pranzo per 1500 affamati che meritava un applauso! Parmigiana di melanzane con olio al basilico; Garganelli zucca e bresaola con riduzione di marsala; Galletto con purea di cavolfiore e patate al forno; Dolce...il tutto realizzato e servito dai ragazzi di San Patrignano.

I ragazzi che erano con me si sono divertiti, hanno riflettuto, hanno imparato qualcosa di nuovo e...vogliono tornare a San Patrignano (mica ci credevo quando me l'hanno detto), vogliono che li portiamo a vedere lo spettacolo "Fughe da fermi".

Insomma una bella giornata!

3 commenti:

Piermatteo ha detto...

Proprio una bella gita... sarebbe piaciuta anche a me (la quattrociocche, sia chiaro!) passare una giornata alternativa. Mi avvisi per la prossima data???

P.S. Ho qualche libro di Severgnini a casa, se vuoi te li presto... SOno letture molto int...divertenti!!! ;)

chiara ha detto...

devo dire che ti invidio un pò'... sono quelle giornate che non capitano spesso ma che ricordi a lungo...

Wilkie ha detto...

Che roba bella!
E Severgnini è un grande, dichiarato.

W.